Da sempre il nostro microbioma è oggetto di studio per la sua crescente importanza nel mantenerci in buona salute.

Infatti microbioma e sistema nervoso sono in grado di comunicare, tanto che gli scienziati hanno coniato il termine “asse microbioma – intestino – cervello”, che può influenzare moltissime funzioni del nostro corpo.

Una di queste è il sonno, un’attività fondamentale del nostro cervello, sebbene ancora in parte misteriosa.

È importate avere un sonno regolare e di qualità per far sì che il nostro umore, il nostro comportamento e, non ultima, la nostra salute vengano condizionati. Il sonno è regolato dal ciclo circadiano, scandito nel nostro cervello, tuttavia esiste un altro ciclo che regola, in modo altrettanto fluttuante, le funzioni del nostro intestino.

Il corpo umano infatti possiede due orologi biologici, il primo, e più noto, è nel cervello, è regolato dall’alternanza luce-buio e la luce notturna, il cambio delle abitudini e il jet lag possono influenzarlo. Il secondo orologio biologico è collocato nel nostro intestino ed è essenzialmente regolato dal momento in cui mangiamo e da cosa mangiamo.

Quante volte infatti ci capita di avere un sonno disturbato dopo pasti irregolari, pesanti o notturni?

Numerose ricerche, ci dicono che i due ritmi si influenzano a vicenda. In particolare, un sonno disturbato, e cioè la perturbazione del primo orologio biologico, sembra condizionare la composizione del microbioma intestinale. Non sappiamo ancora perché nell’uomo avvengano queste reazioni, tuttavia, nel modello animale, la disbiosi causata dal ciclo circadiano disturbato, addirittura può causare la sindrome metabolica, che implica un aumento di peso e un aumento di rischio di malattie del cuore.

Del resto, il concetto che un sonno scorretto faccia aumentare di peso non è nuovo e oggi sappiamo che il microbioma, ed eventualmente la disbiosi, può avere un ruolo nonostante i meccanismi di questo fenomeno non siano ancora chiari.

D’altra parte anche sconvolgere il ritmo dell’orologio intestinale, mangiando in modo irregolare e scorretto, ha delle ripercussioni sul microbioma e di conseguenza sul nostro cervello.

Possiamo concludere che la scienza, come spesso accade, dà ragione alla saggezza comune in cui la regolarità, dei pasti e del sonno, è da sempre sinonimo di salute. E la salute, passa sempre di più dal nostro intestino!