Diarrea Diarrea del viaggiatore

Diarrea del viaggiatore:
rimedi e come prevenirla

Diarrea del viaggiatore:
che cos’è e come si manifesta

È una condizione particolarmente pericolosa per i bambini e per le persone fragili o con un sistema immunitario debole (immunocompromesse), a causa della grave disidratazione che comporta.

Il principale tra i sintomi della diarrea del viaggiatore è la diarrea (4-6 scariche al giorno con consistenza molle, acquosa o con tracce di sangue). Altri sintomi spesso presenti includono crampi, nausea e dolore addominale, mentre vomito e febbre sono meno comuni.

Perché compare la diarrea in viaggio?

Viaggiando, i meccanismi di difesa del corpo nei confronti delle infezioni vengono meno. Stress, jetlag, e cibi ai quali non si è abituati possono alterare l’omeostasi e interferire con la microflora che normalmente protegge l’intestino.

La diarrea del viaggiatore si trasmette attraverso l’ingestione di cibi o liquidi contaminati. I cibi considerati “ad alto rischio” sono le carni crude o poco cotte, frutta e verdura non sbucciate, acqua del rubinetto, ghiaccio, latte non pastorizzato e altri prodotti caseari. I luoghi dove è più facile ingerire cibi contaminati sono mercati, piccoli ristoranti e buffet.

La maggior parte dei casi di diarrea del viaggiatore è causata da microorganismi patogeni, in particolare dall’Escherichia coli, ma può essere indotta anche da virus e parassiti.

Quanto dura la diarrea del viaggiatore?

Il periodo di incubazione (il tempo tra l’ingestione di cibi e/o liquidi contaminati e l’esordio dei sintomi) dura solitamente 2-3 giorni, mentre i sintomi veri e propri possono durare da 2 a 6 giorni, se non trattati.

Come prevenire
la diarrea del viaggiatore

La migliore strategia per evitare la diarrea del viaggiatore consiste nel prestare attenzione a quello che si mangia e beve durante i viaggi. Inoltre, uno degli approcci più promettenti per la prevenzione di varie forme di diarrea consiste nell’uso di farmaci antidiarroici.

Diarrea del viaggiatore:
cosa fare?

Nella maggior parte dei casi, si considera la reidratazione orale mentre tra i farmaci contro la diarrea del viaggiatore possono essere usati agenti antidiarroici. Inoltre, l’uso di farmaci antidiarroici a base di microorganismi vivi si è dimostrato una strategia utile per la prevenzione e il trattamento della diarrea del viaggiatore. Tra questi, Saccharomyces boulardii, il principio attivo della Linea Codex, che può ridurre l’incidenza di diarrea in viaggio.

Quale formato di Codex è più adatto per prevenire e curare la diarrea del viaggiatore?

Codex bustine è indicato nella profilassi e nel trattamento delle diarree del viaggiatore, sia negli adulti che nei bambini, anche neonati. È inoltre indicato per:

Vademecum del viaggiatore

Quando sei in partenza le cose a cui pensare sono tante. Eccoti alcuni consigli per viaggiare al meglio e in sicurezza.

  • Informati per tempo per sapere se per accedere alla zona di viaggio prescelta è necessario/consigliato effettuare qualche vaccino o profilassi
  • Prepara un piccolo “kit della salute” con i farmaci utili per il viaggio
  • Porta i farmaci che hai selezionato per la partenza sempre nel bagaglio a mano, nel caso di viaggio aereo
  • Nel decidere cosa mettere nel “kit della salute” poni attenzione alle possibili differenze di altitudine, di temperatura, di umidità cui andrai incontro e al possibile contatto con specie diverse di animali e di insetti
  • Ricorda che molte malattie infettive si trasmettono prevalentemente tramite gli insetti, il cibo e le bevande
  • L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito 10 semplici regole che ricordano di consumare solo cibi ben cotti, bere da bottiglie sigillate, non usare giaccio per rinfrescare le bevande, sbucciare la frutta, curare l’igiene personale, lavare spesso le mani e utilizzare solo acqua potabile per il risciacquo dei denti